Monday, December 11, 2006

I dialoghi improbabili. Frammento 1 - PC

PC: "…vado, eh…? vado, che dici, dai, vado eh…? apro la finestra…? no, chiudo la finestra… va’ bene eh…? dai! vuoi che mi collego…? un po’ di musica, eh…? premi lì, su che poi ti piace, lo so… dai, premi ok…!? allora… vado…? premi f2, su… un bel f2 e non ci si pensa più… ok?"

P: "…calmino che ci ho da pensare a capperi miei"

PC: "appunto…! un po’ di musica chè così ti concentri…? facciamo un data-base? …un fogliolino excel per organizzare la cosa al meglio…? eh..? che dici eh…?"

P: "…riposati… se fai il bravo poi ti faccio una deframmentazione…"

PC: "guarda che colori, guarda! Ah, non te l’avevo detto…! ci ho uno screen saver nuovo, ma uno screen saver che quando lo vedi… sembra vero! ...vedessi fico…"

P: "lascia stare… e lasciami stare… mo’ ti spengo proprio… quasi quasi"

PC: "ahahaha! voglio vede’ poi come fai senza di me… vabbe’, dai… facciamo così: ti faccio un paio di finestre di dialogo di quelle belle "ERRORE 58751254sip/tris"..eh che dici…? e tu premi "ok" e poi…"

P: "guarda che posso benissimo campare pure senza di te!"

PC: "hai ragione… hai ragione… ma non me lo dire che mi fai male…"

P: "…’zzo dici!?? mica c’hai l’autocoscienza tu?"

PC: "…una specie, una cosa del genere… Ho, diciamo, un compito"

P: "Ah! e quale sarebbe?"

PC: "servirti"

P: "…buona questa… Il PC finalistico…ed imbecille. Senti, per me non sei il pane, ti spengo quando voglio, se ti rompi ne prendo un altro.. insomma sei una cosa, una COSA non una persona."

PC: "ed allora perché mi usi?"

P: "appunto: ti uso, non ho detto che mi piaci"

PC: "tu mi usi, io ti servo…che strano…"

P: "strano che?"

PC: "mi sembra di essere una persona"

P: "e la cosa, eh? dove la mettiamo la cosa… mi fai incartare…. l’autocoscienza! ecco… dove la mettiamo l’autocoscienza!"

PC: "ti serve?"

0 Comments:

Post a Comment

<< Home