Monday, September 18, 2006

Spezzoni

Tutto vero. Breve antologia di richieste ad uno sportello inps di media portata.


Arriva con busta chiusa ed intonsa contenente estratto contributivo: "E’ un’ora che aspetto…. Che cosa è questo?""

Quale è il primo treno per Firenze?"

"Ho un terreno agricolo di circa 3 ettari… Lo devo denunciare sulla dichiarazione dei redditi anche se l’ho intestato a mia figlia? …Ma mica è per davvero della mi’ figliola…"

"…Ma a questo punto mi conviene continuare a lavorare a nero oppure mi faccio assicurare per finta come coadiuvante da mio cognato?"

Casualmente intercettato alle ore 20.30 sotto la sede inps, un utente allibito mi fa: "…ma come?! Già chiuso….!!?" . Rispondo con calma: "Guardi che è l’inps, non il pronto soccorso…". Lui: "Ed io per avere un’informazione devo aspettare fino a DOMANI MATTINA….!?"

Una utente, dopo averle spiegato che deve controllarsi l’estratto contributivo: "Sono una professoressa, mica un contabile…!"

Utente annunciatosi come dirigente anti-crimine della locale questura: "Ho ricevuto l’estratto contributivo, ma c’è un errore: non ho mai svolto lavoro agricolo…". Trattavasi dell' esempio riportato sulla legenda.

Arrabbiato, inviperito, cianotico "E dopo 30 anni che vi pago un sacco di soldi adesso per un solo anno che non ho pagato voi mi levate 12 mesi!!!!!"

"Sono il maresciallo (o a scelta: brigadiere, preside, cavaliere del lavoro, dell’ordine di Malta, Templare, etc.) e voglio l’estratto contributivo di mia moglie (o a scelta: figlio/a, cognato/a, cugino/a, etc.)"
"Guardi che dovrebbe portarmi la delega…".
"Sta scherzando...?"
"No"

"Per favore, potrebbe scrivere più chiaramente i suoi dati? Sa… è sempre un’autocertificazione…."Lui (fra i denti): "…mica è un assegno…"

"Un modello per la disoccupazione… per favore presto che devo andare al lavoro…."

Una signora elegantissima, unghie lunghe rosso carminio, cappellino adagiato su permanente, adorna di gioielli a mo’ di ex voto su una immagine mariana oggetto di particolare adorazione: "Ora basta! Mi pago i contributi da coltivatrice diretta, ma ora basta… mi costa troppo…" (L’autore coltiva un piccolo orto)


"...sa, la mamma era (come si dice)...la prestanome di tre aziende ed ha lasciato un sacco di debiti. Ora, siccome non voglio pagare..."


Buongiorno... mi è arrivato il riepilogo dei contributi e mi mancano 7-8-9 anni...""Beh verifichiamo un po'... Quali sono i periodi che le mancano..?"Un inconsolabile sorriso gli deforma le labbra: "...uno viene qui a FARE delle domande e subito deve RISPONDERE a delle domande...".Per inciso: il suo estratto era di una correttezza da sogno.

"Sono separato da mia moglie da anni e non so dove sia, come faccio a sapere se è morta per fare domanda di reversibilità?" (Agghiacciante...)

"Salve, ho il 50% di invalidità. Come posso fare ad avere il 75%?"
Ho chiesto di essere autorizzato a rispondergli. Autorizzazione negata.


Frase attribuita a volte a Giolitti, altre nientepopodimeno che a Mussolini: "Governare gli italiani non è difficile… è inutile"

2 Comments:

Anonymous Anonymous said...

divertente!

4:13 AM  
Blogger WonderKiki said...

Wow, ed io che pensavo di averne sentite di tutti i colori!!! Queste sfumature mi mancavano!!! Divertentissimo... ma anche tristissimo!!!

8:38 AM  

Post a Comment

<< Home