Wednesday, September 13, 2006

Intermezzo: come riuscci a sposarmi

la concupii irretendola tramite mix sapientemente dosato di tecniche di abbordaggio disponibili a soggetto maschio, basso, grasso, miope, povero e pure nu' poco scemo ed applicabili a soggetto femmina, data di immissione 1958, studi classici, modello tardo-sinistrese, non da combattimento. Abbozzo le principali fra dette tecniche:
- Tecnica Calimero (detta anche Tecnica Florence Nightingale) atta ad indurre o vellicare istinti materno-protettivi. Output: Non sei piccolo e nero sei solo sporco ed io ti puliro'.
- Tecnica del Reduce /detta anche Tecnica Endoten-Control-hofattohofattomanonhovistoniente) atta ad avvolgersi in un avventuroso ed in gran parte misterioso passato (a scelta: politico, professionale, artistico, etc.). Output: diobono... ed io che ho fatto fino ad ora...?
- Tecnica Rorschach (detta anche Tecnica Lei-non-sa- chi-sono-io) atta a favorire le più diverse e proiettive interpretazioni di silenzi repentini e/o reiterati infarciti di frasi banali ma ben portate. Output: ...affascinante...
- Tecnica Fritto Misto di Cultura (detta anche Tecnica Woody Allen): citazioni a go-go anche solo da Oscar Wilde o da Karl Kraus, parlare di Thomas Khun o Heisenberg come fossero stati tuoi compagni di asilo, svisare nell'irridente, nel partecipativo, nel cinico senza temere il ridicolo. Output: brutto, però sa tante cose...
- Tecnica Psicoterapeutica (detta anche Tecnica del Barista): atta a sollecitare interminabili confessioni. Output: con lui mi sento a mio agio
- Tecnica Artistica (detta anche Tecnica Che Proprio Non Sai Più Che Fare) consistente nell'esibizione di hobbies para-artistici a scarso contenuto tecnico tipo origami o fotografia. Output: però, quante cose sa fare
Naturalmente c'è da ricordare che molto spesso quel che fa il piatto non è la ricetta, ma il cuoco.
Le sudette tecniche rivelano una collaterale utilità modulare in ambiente lavorativo. L'amore e molte tipologie di rapporti umani sono fondate sull'equivoco.

0 Comments:

Post a Comment

<< Home